“Senza titolo” di Jill London

$2,500.00

Descrizione

16"x11"

Foglia di paladio dorata a acqua con punzonatura e inchiostro di galla di quercia.

Le qualità della foglia oro e la luce che si crea fanno parte della dinamica dei riflessi sia interni che esterni sul piano del quadro. Londra utilizza solo metodi provenienti dal nostro ambiente naturale. Legno, acqua, gesso, colla di pelle di coniglio, argilla, foglia d'oro, tempera all'uovo realizzata con tuorli d'uovo e pigmenti di terra derivano tutti dall'ambiente naturale. Questa creazione di segni è parte di un dialogo continuo relativo alla scala, alla scrittura e alla comunicazione. Oro proveniente eticamente da Italia. Pannello dorato con tempera all'uovo e graffito.

Londra, fedele alla sua arte, utilizza metodi e materiali tradizionali utilizzati durante la XVIII dinastia dell'Antico Egitto, tra il 1361 e il 1352. Porta la tradizione nell'arte moderna.

———————————————————

Lo sgraffito è un disegno intricato o un disegno al tratto, che viene disegnato sulla superficie della pittura a tempera all'uovo essiccata, rivelando la superficie dorata sottostante. La superficie dorata è dipinta con una pittura a tempera all'uovo fatta a mano e una volta asciugata, i motivi vengono raschiati e disegnati sulla superficie consentendo alla superficie dorata di trasparire. Si creano effetti favolosi che donano un'altra dimensione e dettaglio ad una superficie dorata. Spesso questa tecnica veniva utilizzata nella pittura su tavola rinascimentale.

———————————————————

Certamente, ecco il testo in formato lungo modificato con grammatica migliorata e errori corretti:

Jill London trova la libertà nelle sue opere d'arte astratte e tu sei invitato a unirti a lei.

La vita di Jill London è dedicata alla creazione di opere d'arte astratte di ispirazione. Gli spettatori rispondono alla bellezza e all'energia che vedono nel suo lavoro. "Se la mia arte è vera, sarà viva molto tempo dopo di me... L'energia è una parte importante di tutto questo: la creazione di segni è un'espressione di energia." Lavora deliberatamente, considerando come ogni colore, forma e gesto serviranno al pezzo. Sta seminando la creazione di spazi immersivi per la contemplazione e la crescita. "Lo spazio astratto è davvero sorprendente. Ciò che cerco di trasmettere nel mio lavoro è questo senso di vasto spazio... Avere un piano pittorico in cui puoi avere una certa libertà di pensiero è ipnotizzante per me."

Provoca i suoi spettatori a pensare ma non vuole dire loro cosa pensare. La sua venerazione per la libertà deriva dalla consapevolezza della sua rarità. "Credo nel libero pensiero e voglio che le persone guardino il mio lavoro e abbiano un pensiero aperto... Il mio lavoro riguarda davvero la libertà di pensiero."

I rituali quotidiani di Jill supportano una pratica di amore, gratitudine e coscienza e questi rituali informano il suo processo creativo. Vive in armonia con la natura, impiegando la meditazione, la preghiera, il Taiji e il Qigong per portare concentrazione e disciplina nel suo lavoro. Prepara con cura i suoi materiali da fonti storiche ed elementari, mescolando i suoi colori e inchiostri. Jill utilizza foglie d'oro, foglie d'argento e altre leghe nobili per amplificare e riflettere la luce e facilitare l'interazione tra spazio positivo e negativo.

Jill London è nata a Los Angeles ed è cresciuta nel Connecticut. Ha conseguito una laurea presso la Tyler School of Art della Temple University e la sua consapevolezza artistica è stata plasmata dai viaggi in Israele, Italia e Spagna. Dopo la laurea, Jill si è tuffata nella vivace scena artistica del centro di New York e ha tenuto uno studio nel Lower East Side per 41 anni. Ha lavorato nello studio di Jean-Michel Basquiat e ha studiato tecniche tradizionali di doratura a guazzo con il pittore, corniciaio, doratore e orafo di New York Robert Kulicke. Per sei anni, a intermittenza, Jill è stata incisore e pittrice a Cuenca, in Spagna. Durante la sua permanenza lì, la città ha allestito una mostra personale del suo lavoro, completa di una monografia a colori. Molte delle estati di Jill includevano la creazione di opere d'arte in una capanna sull'isola di Mount Desert, nel Maine, dove godeva del generoso sostegno e del rifugio forniti da Aurelia Thistle Brown e dalla sua Wingspread Gallery. Il fascino della California settentrionale divenne palpabile e Jill trascorse molti anni successivi facendo la spola tra i suoi spazi di vita/lavoro/giardinaggio sulla 2nd Street di New York (dove era un membro attivo del giardino comunitario Le Petit Versailles) e il quartiere di Bernal Heights a San Francisco. Con The Gilder's Studio, ha affinato le sue capacità di doratura architettonica e ha dorato molte strutture spettacolari, tra cui il NY Life Building, la Union Station di DC, il Grande Leone di Macao, la statua del Generale Sherman di Central Park e il monastero indù di Kauai. Jill è un'insegnante di doratura molto ricercata. Ha insegnato alla Smithsonian Institution, è stata professoressa a contratto presso il FIT SUNY per diversi anni e ha vissuto una residenza presso il de Young Museum di San Francisco. Jill è stata per quindici anni Cattedra dell'Istruzione presso la Society of Gilders. Dopo decenni di trambusto bicostale, lei e il suo partner, l'artista Paul Nowell, si sono stabiliti nelle foreste a nord di San Francisco.

Jill è rappresentata sulla costa orientale da Barbara Pisch presso Patriae Studio; nel Sud, da Claudia Geoly di ByCloudia, Austin; e in Occidente da Dennis Calabi della Calabi Gallery, Healdsburg, CA. Le sue opere si trovano nella collezione permanente di PricewaterhouseCoopers, nel Museo di Archeologia, Cuenca, Spagna, e in collezioni private in tutto il mondo. Ha tenuto numerose mostre personali negli Stati Uniti e in Spagna e ha contribuito a oltre cinquanta mostre collettive negli Stati Uniti, Spagna, Finlandia e Qatar. "Se riesco a portare un po' di senso di bellezza in questo mondo che, in questo momento, sembra piuttosto tragico e piuttosto spaventoso, continuerò a provare a farlo."

Trova ulteriori informazioni sull'artigianato di Jill Londons su gilders.com .

Stati Uniti d'America

2016