Lampada da tavolo e piatto Roger Capron della metà del secolo

$908.00

Descrizione

12"H x 3,25"D, senza paralume

17" A x 6" P, con paralume

4 1/2" A x 4 1/4" L x 4 3/4" P, piatto

Un set coordinato composto da una lampada da tavolo e un piatto a forma di donna seduta, entrambi decorati nel meraviglioso stile stravagante di Capron. La base della lampada, originariamente un contenitore per l'olio di lavanda, è stata trasformata in una lampada negli anni '50. È stato privato del vecchio cablaggio europeo e ricablato secondo gli standard statunitensi. Firmato. Condizioni eccellenti. Lampada da tavolo originale in ceramica smaltata e piatto cattura tutto, di Capron, Vallauris Francia.

Il ceramista francese Roger Capron è nato a Vincennes nel 1922. Ha studiato alla Scuola di Arti Applicate di Parigi, diplomandosi nel 1943 e lavorando per un periodo come insegnante d'arte. Nel 1946, Capron si trasferì a Vallauris, nel sud della Francia, e co-fondò il laboratorio di ceramica Atelier Callis insieme ai ceramisti Robert Picault (1919-2000) e Jean Derval (1925-2010). La città di Vallauris, situata lungo la Costa Azzurra, era ampiamente conosciuta per la sua produzione di ceramiche risalenti all'epoca romana. Negli anni del dopoguerra, la città conobbe una rinascita della ceramica, poiché numerosi artisti, tra cui Picasso, si riversarono lì per lavorare con materiali e tecniche antichi.

Proprio come Picasso, l'estetica del design di Capron era in costante evoluzione, poiché lavorò in una varietà di stili diversi dagli anni '50 in poi. All'inizio della sua carriera, Capron era un sostenitore del movimento Formes Libres, caratterizzato da linee e modelli ondulati ed espressionisti. Oggi, tuttavia, i suoi pezzi sono di nuovo molto apprezzati dai collezionisti di tutto il mondo.

L'Atelier Callis iniziò a produrre piccoli oggetti domestici, volutamente umili e pensati per l'uso quotidiano. Con la popolarità della ceramica francese dell'epoca, tuttavia, Capron vide l'opportunità di espandere la sua produzione. Nel 1952 si separò da Picault e Derval e aprì la sua piccola manifattura, Atelier Capron.

Capron vinse numerosi premi nel corso della sua carriera, tra cui medaglie d'oro alla Triennale di Milano del 1954 e all'Expo '58 di Bruxelles. Nel 2000, il New York Times scrisse che Capron era "uno degli artigiani più prolifici e apprezzati del design europeo del dopoguerra". Nel 2003, il Museo Nazionale della Ceramica di Sèvres ha ospitato un'importante retrospettiva del lavoro di Capron. È morto nel 2006.

Francia

1958